NLP per interazioni uomo-macchina sostenibili

[Tempo di lettura: 11 minuti]

Sostenibilità, persona centrata su se stessa, trattamento dell’informazione e della conoscenza non sembrano 3 parole chiave correlate. Invece, il ragionamento sulla sostenibilità delle interazioni tra persona ed internet riguarda la quotidianità. Poniamoci insieme qualche domanda: quali sono le criticità in questo rapporto, quale l’impatto, quali le situazioni umane in cui l’impatto diventa insostenibile, cosa si può fare concretamente. Su quest’ultimo aspetto, ci focalizzeremo sull’applicazione della linguistica computazionale, che si traduce nella tecnologia dell’elaborazione del linguaggio naturale ed avvicina la macchina alla persona.

Quali sono le principali difficoltà nelle interazioni tra persona e computer?

Queste le principali sfide della vita quotidiana:

  • Difficoltà di comprensione: i messaggi che compaiono sugli schermi dei computer spesso si presentano in una lingua tecnica e complicata che può essere difficile da comprendere per gli utenti. In particolare, possono comparire messaggi di errore ambigui o poco chiari, che rendono difficile per gli utenti capire cosa è andato storto e come risolvere il problema.
  • Difficoltà di utilizzo: l’interfaccia del computer può essere troppo complessa, rendendo difficile per gli utenti trovare le funzioni e le opzioni di cui hanno bisogno. Inoltre, i dispositivi di input come mouse e tastiera possono essere poco ergonomici e poco intuitivi.
  • Problemi di accessibilità: i computer e le applicazioni possono essere difficili da usare per le persone con disabilità, come le persone non vedenti o non udenti; o, similmente, per persone normodotate ma in condizioni operative inadeguate, che ne limitano le normali abilità.
  • Sicurezza: l’uso di computer ed internet espone a rischi per la sicurezza, come il furto di informazioni personali, l’accesso non autorizzato a sistemi e dati sensibili e la propagazione di virus e malware.
  • Mancanza di reattività: i computer possono fornire un feedback limitato o inesistente durante le interazioni, che può rendere difficile per gli utenti capire se le loro azioni hanno avuto successo o meno.
  • Problemi di prestazioni: i computer possono diventare lenti o bloccarsi durante le interazioni, rendendo difficile per gli utenti completare le loro attività.

Ci sono anche altre sfide come la complessità dei sistemi, la mancanza di standardizzazione, l’incompatibilità tra diversi dispositivi e programmi, la gestione delle informazioni, ecc.

Quali categorie sociali risentono maggiormente di queste difficoltà?

Possono variare a seconda del contesto e del tipo di tecnologia utilizzata, ma sicuramente le categorie particolarmente in difficoltà sono quelle con meno istruzione, meno risorse finanziarie e meno tecnologia, nonché quelle che si trovano in situazioni di svantaggio sociale o economico.

  • Anziani: possono avere difficoltà nell’utilizzo dei computer a causa della complessità delle interfacce, della mancanza di familiarità con la tecnologia, dei problemi di vista e dell’artrite, che possono rendere difficile l’uso di tastiere e mouse.
  • Disabili: le persone con disabilità possono riscontrare difficoltà nell’uso dei computer se le interfacce non sono accessibili o non sono adatte alle loro esigenze specifiche. Ad esempio, le persone non vedenti potrebbero avere difficoltà nell’utilizzo di una interfaccia basata sull’uso del mouse, mentre le persone con disturbi della lettura potrebbero avere difficoltà nell’utilizzo di testi troppo piccoli o con contrasto insufficiente.
  • Indigenti: le persone a basso reddito potrebbero non avere accesso a dispositivi aggiornati o a connessioni Internet ad alta velocità, il che può limitare la loro capacità di utilizzare servizi e risorse online.
  • Analfabeti digitali: le persone con bassa alfabetizzazione digitale potrebbero avere difficoltà nell’utilizzo dei computer a causa della loro mancanza di familiarità con le tecnologie digitali. Ad esempio, potrebbero non sapere come navigare su Internet o utilizzare correttamente le funzioni di un software per scrivere testi.
  • Stranieri: le persone che parlano lingue diverse potrebbero avere difficoltà nell’utilizzo dei computer se le interfacce sono disponibili solo in una lingua con cui non sono familiari. A questo problema non sempre si riesce a sopperire con la traduzione automatica, non sempre affidabile, rendendo difficile la comprensione di testi o messaggi di errore.

Se una persona è in difficoltà nell’interagire con i computer e con l’internet, quali conseguenze negative subisce nella sua vita quotidiana dai punti di vista affettivo, relazionale, sociale, lavorativo e civile?

Un difficile l’accesso alla tecnologia è un ostacolo a cogliere le opportunità digitali. L’impatto su vari aspetti della vita dell’individuo, sulla vita quotidiana e sulla partecipazione alla comunità e alla società civile può essere significativo. Ecco alcuni esempi:

  • Equilibrio interiore: le difficoltà nell’utilizzo dei computer e di Internet possono causare stress e frustrazione, che possono influire negativamente sull’umore e sulla salute mentale della persona. Inoltre, se la persona si sente isolata o esclusa dalla società a causa delle sue difficoltà tecniche, ciò può portare a problemi di autostima e ad una percezione di solitudine.
  • Relazioni strette: le difficoltà nell’uso dei computer possono influire negativamente sulle relazioni personali e familiari, specialmente se gli altri membri della famiglia sono in grado di utilizzare la tecnologia in modo efficace. Ciò può portare a conflitti e malintesi, rendendo difficile per la persona comunicare e partecipare alla vita della famiglia.
  • Relazioni sociali: la difficoltà nell’utilizzo dei computer può limitare l’accesso ai servizi e alle risorse online, come l’accesso alle informazioni, alle opportunità di formazione o di lavoro, ai servizi di assistenza sanitaria e così via. Ciò può limitare la partecipazione della persona alla società e alla comunità, portando a un senso di esclusione sociale e di isolamento.
  • Lavoro: la mancanza di competenze informatiche può limitare le opportunità di lavoro e di carriera, specialmente in settori dove la tecnologia è essenziale. Inoltre, le difficoltà nell’utilizzo dei computer possono influire negativamente sulla produttività e sulla qualità del lavoro, portando a problemi di carriera e di reddito.
  • Cittadinanza: la mancanza di competenze informatiche può limitare l’accesso ai servizi pubblici online e ai servizi di governo elettronico. Ciò può portare a difficoltà nell’accesso a servizi essenziali come la prenotazione di appuntamenti, la richiesta di documenti e così via.

Cos’è la NLP o elaborazione del linguaggio naturale? Potrebbe essere d’aiuto per chi ha difficoltà nell’interagire con computer ed internet?

La NLP (Natural Language Processing) o Elaborazione del Linguaggio Naturale è un campo dell’intelligenza artificiale che si occupa dello sviluppo di algoritmi e di modelli computazionali in grado di analizzare, comprendere e generare il linguaggio umano. L’obiettivo della NLP è quello di permettere alle macchine di interagire con gli esseri umani in modo naturale e di comprendere il significato del linguaggio parlato o scritto.

Può rappresentare un valido strumento per rendere l’interazione con i computer ed Internet più semplice e intuitiva per chi ha difficoltà nell’utilizzo della tecnologia, migliorando l’accessibilità e l’inclusione digitale per tutti.

Ad esempio, le applicazioni di chatbot o di assistenti virtuali basati sulla NLP possono rispondere alle domande dell’utente in modo più efficiente, comprendendo il contesto e il significato delle parole usate. Inoltre, la NLP può essere utilizzata per sviluppare sistemi di traduzione automatica, di sintesi vocale e di riconoscimento vocale, rendendo l’interazione con i computer più accessibile ed inclusiva per chi ha difficoltà nella comprensione o produzione del linguaggio.

Se la società è composta da individui, ci sono categorie sociali svantaggiate perché gli individui che vi appartengono sono più in difficoltà degli altri nell’interagire con computer ed internet.

L’accesso e l’uso della tecnologia possono dipendere da diversi fattori socio-economici, come il reddito, l’istruzione, l’età, il genere e la posizione geografica. Ad esempio, le persone con un basso reddito o un’istruzione limitata possono avere meno accesso a dispositivi elettronici e a una connessione a internet, mentre le persone anziane o con disabilità possono avere difficoltà a utilizzare la tecnologia.

Di conseguenza, queste categorie sociali svantaggiate possono essere escluse o limitate nell’accesso alle informazioni, alle opportunità di lavoro, all’istruzione e alla partecipazione sociale e politica. Il divario digitale può aumentare le disuguaglianze sociali e limitare le possibilità di sviluppo per le persone svantaggiate.

Per ridurre il divario digitale e promuovere una maggiore inclusione digitale, sono necessarie politiche pubbliche che facilitino l’accesso alla tecnologia e alla formazione per le categorie sociali svantaggiate. Ad esempio, possono essere offerti programmi di formazione specifici per anziani o disabili, o possono essere sviluppate politiche di inclusione digitale per le comunità rurali o remote.

Inoltre, le tecnologie stesse possono essere progettate in modo più inclusivo, tenendo conto delle diverse capacità e bisogni degli utenti. Ad esempio, possono essere utilizzati colori contrastanti e caratteri di grandi dimensioni per facilitare la lettura, o possono essere fornite funzionalità di accessibilità come la sintesi vocale o la tecnologia Braille per persone non vedenti o ipovedenti.

Tutto questo ci fa capire che la sostenibilità individuale è strettamente correlata con quella sociale.

Ci sono esempi di applicazione della NLP significativi per quanto riguarda la sostenibilità?

Si, in particolare per quanto riguarda la gestione delle risorse naturali, la riduzione dell’inquinamento e la mitigazione del cambiamento climatico. Può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di dati testuali in modo efficiente e accurato, fornendo informazioni preziose. Ciò può aiutare a supportare la realizzazione degli obiettivi di sostenibilità in modo più efficace ed efficiente.

  • Monitoraggio ambientale: la NLP può essere utilizzata per analizzare testi provenienti da fonti come social media, articoli di notizie e rapporti governativi per monitorare la qualità dell’aria, il consumo di acqua, l’inquinamento delle acque e altri problemi ambientali. I dati raccolti possono essere utilizzati, ad esempio, per identificare le aree geografiche che necessitano di maggiore attenzione e di maggiori interventi di mitigazione.
  • Energia sostenibile: con fonti dati analoghe alle precedenti, la NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di dati testuali, per identificare le tendenze e le opportunità nel settore dell’energia sostenibile. Ciò può aiutare a guidare gli investimenti nelle energie rinnovabili, nonché a identificare soluzioni innovative per l’efficienza energetica e la riduzione delle emissioni di gas serra.
  • Gestione dei rifiuti: la NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di dati testuali sui rifiuti, tra cui report governativi, dati sui rifiuti urbani e dati delle compagnie di smaltimento dei rifiuti. Ciò può aiutare a identificare le aree geografiche che necessitano di maggiori investimenti nella gestione dei rifiuti, nonché a identificare soluzioni innovative per la gestione dei rifiuti.
  • Agricoltura sostenibile: la NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di dati testuali sulla produzione agricola, compresi dati sulle colture, la qualità del terreno e le pratiche di gestione agricola. Se ne otterrebbe un supporto per le decisioni di pianificazione dell’agricoltura ed un aiuto a identificare soluzioni innovative per la riduzione degli sprechi alimentari, la gestione dell’acqua e la riduzione delle emissioni di gas serra nell’agricoltura.

L’agenda ONU 2030 comprende 17 obiettivi. La NLP può essere d’aiuto per alcuni di essi?

Sì, in particolare per quanto riguarda tutto ciò che ha a che fare con la raccolta e l’analisi dei dati testuali e della lingua naturale, la comunicazione efficace e l’accesso alle informazioni.

Obiettivo 3: salute e benessere – La NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di testi medici e sanitari, aiutando a individuare tendenze e modelli, facilitando la diagnosi e il trattamento di malattie.

  • Monitoraggio e prevenzione delle malattie: la NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di dati testuali sui sintomi, i trattamenti e la diffusione delle malattie. Ciò può aiutare a identificare le regioni geografiche che necessitano di maggiore attenzione e di maggiori interventi per la prevenzione e il controllo delle malattie. Inoltre, la NLP può essere utilizzata per identificare i sintomi precoci delle malattie, consentendo interventi precoci e migliorando la prognosi per i pazienti.
  • Monitoraggio della salute mentale: la NLP può essere utilizzata per monitorare i sentimenti e le emozioni espressi in conversazioni sui social media e altri forum online. Ciò può aiutare a identificare le persone che potrebbero avere bisogno di supporto psicologico e interventi tempestivi.

Obiettivo 4: istruzione di qualità – La NLP può essere utilizzata per sviluppare applicazioni di apprendimento basate sulla lingua naturale, consentendo l’accesso all’istruzione per tutti, anche per coloro che hanno difficoltà di apprendimento.

  • Valutazione dell’apprendimento: la NLP può essere utilizzata per analizzare i risultati degli esami scolastici e altri strumenti di valutazione dell’apprendimento. Ciò può aiutare gli insegnanti e gli amministratori scolastici a identificare le aree in cui gli studenti stanno lottando e a fornire supporto mirato per aiutare gli studenti a raggiungere il loro potenziale.
  • Personalizzazione dell’istruzione: la NLP può essere utilizzata per analizzare i dati di apprendimento degli studenti e fornire feedback personalizzato per aiutare gli studenti a migliorare il loro apprendimento.

Obiettivo 5: parità di genere – La NLP può essere utilizzata per analizzare la presenza e il ruolo dei generi nei testi, migliorando la comprensione della rappresentazione di genere in vari contesti, come nei media e nelle pubblicità.

  • Analisi del linguaggio sessista: la NLP può essere utilizzata per analizzare il linguaggio utilizzato nei media, nei social media e in altri forum online al fine di identificare e contrastare la discriminazione di genere e la violenza di genere. Ad esempio, l’analisi del linguaggio può aiutare a identificare gli annunci di lavoro sessisti e le descrizioni di lavoro che scoraggiano le donne dall’entrare in certe professioni.
  • Monitoraggio delle violazioni dei diritti umani: la NLP può essere utilizzata per analizzare i dati sui diritti umani e sui casi di violenza di genere, ad esempio i rapporti della polizia e i rapporti delle organizzazioni non governative. Ciò può aiutare a identificare le aree geografiche e le situazioni in cui la violenza di genere è più diffusa e a fornire soluzioni e interventi mirati.

Obiettivo 8: lavoro dignitoso e crescita economica – La NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di testi legati al mercato del lavoro, aiutando ad identificare le tendenze del mercato del lavoro, le competenze richieste e le opportunità di lavoro.

  • Analisi del mercato del lavoro: la NLP può essere utilizzata per analizzare i dati del mercato del lavoro, come le offerte di lavoro e le richieste di competenze, al fine di identificare le carenze e le opportunità del mercato del lavoro. Ciò può aiutare a sviluppare programmi di formazione mirati che forniscono le competenze necessarie per le attività più richieste dal mercato.
  • Miglioramento della comunicazione aziendale: la NLP può essere utilizzata per analizzare le conversazioni e le recensioni dei clienti sui social media e in altri forum online. Ciò può aiutare le aziende a comprendere meglio le esigenze dei clienti e a migliorare la comunicazione e il servizio clienti.

Obiettivo 9: industria, innovazione ed infrastrutture – migliorare la gestione dei dati in vari settori, come l’industria manifatturiera, la logistica e l’energia, al fine di ottimizzare le attività e ridurre gli sprechi.

  • Miglioramento della gestione dei dati: la NLP può essere utilizzata per l’analisi di grandi quantità di dati non strutturati e l’identificazione di modelli nascosti. Ciò può aiutare le aziende a prendere decisioni più informate e a sviluppare nuove soluzioni innovative.
  • Assistenza tecnica automatizzata: la NLP può essere utilizzata per sviluppare assistenti virtuali e chatbot che forniscono assistenza tecnica automatizzata. Ciò può aiutare a ridurre i tempi di inattività e migliorare l’efficienza delle attività industriali.
  • Automazione della diagnosi: l’analisi dei dati non strutturati sui problemi dell’impianto di produzione può aiutare a identificare rapidamente le anomalie e a prevenire la fermo della produzione.

Obiettivo 11: città e comunità sostenibili – migliorare la pianificazione urbana e lo sviluppo delle comunità sostenibili.

  • Analisi dei commenti sui social media: la NLP può essere utilizzata per analizzare i commenti dei residenti sulle piattaforme di social media e identificare le principali preoccupazioni e sfide che devono affrontare le comunità. Questo può aiutare le autorità locali a prendere decisioni più informate per migliorare la qualità della vita nelle città e nelle comunità.
  • Rilevamento e prevenzione della criminalità: la NLP può essere utilizzata per l’analisi di dati non strutturati sui crimini e per identificare i modelli di comportamento dei criminali. Ciò può aiutare a migliorare la prevenzione della criminalità e la risposta alle emergenze.

Obiettivo 16: pace, giustizia e istituzioni solide – La NLP può essere utilizzata per analizzare grandi quantità di testi legali, aiutando a identificare tendenze e modelli nell’ambito della giustizia e delle istituzioni legali.

  • Analisi dei dati dei tribunali: la NLP può essere utilizzata per analizzare i dati dei tribunali e identificare le tendenze nei casi giudiziari. Ciò può aiutare a migliorare la trasparenza e l’efficienza del sistema giudiziario.
  • Monitoraggio delle violazioni dei diritti umani: la NLP può essere utilizzata per l’analisi di dati non strutturati sui diritti umani e per il monitoraggio delle violazioni dei diritti umani. Ciò può aiutare a identificare le aree in cui sono necessari interventi per proteggere i diritti umani.

In sintesi, la NLP può essere utilizzata in modo efficace per supportare gli obiettivi dell’agenda 2030 in una varietà di modi, tra cui la prevenzione e il controllo delle malattie, il miglioramento dell’istruzione, la promozione della parità di genere, la creazione di lavoro dignitoso ed economia, la gestione dei dati, l’assistenza tecnica, la prevenzione della criminalità, la trasparenza e l’efficienza del sistema giudiziario e il monitoraggio dei diritti umani.