“La complessità del sé”: un classico per psicologi, una doppia sorpresa per me

Ho trovato di estremo interesse questa lettura della costruzione del sé dal punto di vista della complessità auto-organizzata. Non pensavo di poter accedere a contenuti specifici di un campo del sapere che si trova all’esterno della mia area di comfort. Questo è stato reso possibile dal linguaggio unificante della teoria della complessità. D’altra parte, se la complessità è negli occhi di chi osserva, comprendere i meccanismi di base dell’osservatore è importante nel mio percorso.

Author: Nicola Granà

Diplomato Ragioniere e Perito Commerciale. Laureato in Matematica a Padova con tesi sugli aspetti computazionali della logica di base. Consulente informatico dal 1999. Vivo in provincia di Treviso, soprattutto nella comunità della mia zona. Sono superfelicemente sposato dal 2001 e triplicemente padre (dal 2006 e poi dal 2007). Lavoro per aziende, persone, famiglie, associazioni e comunità, fornendo consulenza ed assistenza informatica ed epistematica (trattamento automatico della conoscenza). Mi interesso al Paradigma della Complessità da così tanto tempo che sto scrivendo un libro per raccogliere i troppi appunti sparsi...

Lascia un commento